L’aglio medicina dell’amore

L’aglio è una pianta speciale. Il suo sapore forte è dovuto al fatto che contiene molti composti solforati, i più conosciuti il disolfuro e trisolfuro di allile. L’aglio è stato sempre considerato miracoloso, nel combattere e prevenire una lunga serie di malattie non solo fisiche. E’ lunghissima la lista dei benefici e delle malattie che l’aglio è in grado di contrastare ed, addirittura, curare. Oltre alle note qualità vermifughe e tonificanti, è riconosciuto che l’aglio è lassativo, diuretico, antisettico (soprattutto a livello polmonare), febbrifugo, fungicida, battericida, espettorante, , regolatore della circolazione cardiaca. Possiede principi antibiotici grazie all’Allicina, alla Garlicìna ed alle Allistatine.

images6NT68GFW

Efficace contro le punture di insetti e persino contro i calli, l’aglio è anche utilizzato per le sue proprietà ipotensive e perché in grado di giovare al cuore grazie all’allicina, una sostanza che rende più fluido il sangue (contrastando la trombosi). Inoltre l’aglio permette di abbassare il livello di colesterolo del sangue, di ridurre l’incidenza di tumori, specie quelli dell’apparato digerente, e di stimolare in modo aspecifico il sistema immunitario aumentando la fagocitosi di organismi invasori e cellule anomale.

imagesQBK9BNQW

Fra tutti i benefici spunta anche che l’aglio fa bene all’amore: le virtù afrodisiache erano già note nel secoli scorsi, quando aglio e cipollotti erano severamente vietati nei monasteri perché considerati eccitanti sessuali. Non a caso sono scientificamente confermati i benefici apportati al sistema cardiocircolatorio. Nonostante l’odore molto forte e sgradevole, rientra nei primi tre cibi più afrodisiaci al mondo. Il principale principio attivo dell’aglio, infatti, è l’allicina, una sostanza che aumenta il flusso sanguigno e secondo una ricerca, mangiare per tre mesi consecutivi quattro spicchi d’aglio al giorno, aiuterebbe a risolvere problemi di impotenza, in particolare nei soggetti che soffrono di colesterolo alto. Di fronte al dilagare dei medicinali sintetici (che hanno non poche controindicazioni), sempre di più si ripensa ai rimedi naturali. L’aglio è quindi una naturale soluzione. Crescono i negozi di erboristeria e fitoterapia, dove erbe e tisane sono richieste con fiducia e alla “pillola blu” si contrappone con sempre più frequenza il bulbo antico, prezioso ingrediente della cucina mediterranea, l’aglio. Diverse recenti ricerche hanno dimostrato il suo effetto stimolante del desiderio e la sua facoltà di combattere l’impotenza.  I Paesi mediterranei sono sempre stati grandi consumatori di aglio, e può darsi che sia questo il motivo per cui i loro abitanti godono fama di grandi amatori.

imagesGYX5BWJX

Ne ha parlato persino l’autorevole Bbc, con un suo documentario dal titolo “Aglio come il Viagra”: il giorno dopo le vendite dell’odoroso tubero in Gran Bretagna sono aumentate del 30%. Rimane sempre il problema di come assumerlo. Non a caso i greci lo additavano come “fetido” …Infatti se da una parte la “bagna càuda”, la salsa piemontese è a base di aglio, olio e acciughe, è per tradizione il piatto della socialità e dell’allegria in grado di stringere i legami di amicizia e vicinanza (questa sua influenza positiva sull’ umore potrebbe forse, essere spiegata, con la scoperta di un’influenza dell’aglio sul sistema neuro-modulatore), dall’ altro, sì sa, “l’alito cattivo” è nemico di fidanzati e giovani coppie, causa di inaspettati allontanamenti e di decise “distanze di sicurezza”…

imagesMW1TTN3H

Nulla elimina quest’odore antisociale che porta a rimanere soli, a meno che la persona amata non disdegni anch’essa una bella bruschetta di pane casereccio, abbrustolito a dovere, lievemente accarezzato da uno spicchietto d’aglio, ben irrorato da olio d’oliva extravergine, possibilmente del nuovo raccolto, e battezzato con un pizzico di sale..