Farmacocinetica

L’allicina e i suoi derivati sono velocemente metabolizzati dopo l’assorbimento. Cos’è l’allicina? E’ un composto solforganico che  rappresenta il meccanismo di difesa dell’aglio da eventuali parassiti. Si trova sotto forma liquida ed è caratterizzata da un odore pungente caratteristico. L’ajoene (formula C9H14OS3 ) invece è un composto chimico, in particolare è un disolfuro insaturo, composto derivato nell’aglio, isolato per la prima volta in laboratorio nel 1984. La reazione chimica da cui nassce l’ajoene coinvolge due molecole di allicina, un composto solfossido che conferisce all’aglio l’odore e il sapore caratteristici e che viene rilasciato dopo lo schiacciamento o la fine tritatura degli spicchi del bulbo. La conseguente formazione di ajoene avviene quando l’allicina si dissolve in vari solventi, tra cui oli alimentari.

TRASFORMAZIONE ALLIINA IN ALLICINA IN AJOENE

Dopo l’esposizione al sangue umano in vitro, l’allicina, i sulfidi derivati e l’ajoene formano allil mercaptano. Il solfuro di allile è un tioetere che si ritrova nell’aroma di alcune piante del genere Allium (aglio, cipolla, porro, erba cipollina e scalogno), genere che dà il nome alla seconda parte del nome dell’aroma (ossia l’allile). I solfuri di allile vengono eliminati dall’organismo in maniera molto lenta in tre forme diverse ossia attraverso l’espirazione (da cui il caratteristico alito pesante), la diuresi e la sudorazione. L’eliminazione avviene sotto forma di allil-mercaptani e metil-mercaptani. Gli  allil metil sulfide e il dimetil sulfide frutto del metabolismo di parte del mercaptano vengono eliminate per via polmonare.

Diallil disulfide, diallil sulfide, e dimetil disulfide si ritrovano invece nelle urine dopo l’ingestione di olio di aglio. La diallil disulfide può essere metabolizzata ad allicina nel fegato umano.

IntJGreenPharm_2012_6_2_118_102826_il1_COMPOSTI SOLFATI

Tali argomenti verranno trattati ed approfonditi nei vari articoli presenti sul sito.