Aglio rimedio contro le afte

Le afte sono delle ulcere di colore bianco-giallastro dal bordo infiammato e arrossato che si sviluppano nella mucosa orale (sulla parte interna delle guance, sulle gengive, sul palato ed anche sulla lingua) dando fastidio e forte bruciore e passano in un periodo non proprio breve. Le afte colpiscono a qualsiasi età, anche se maggiormente in alcune fasce particolari. Le cause possono essere svariate, protagonisti principali le difese immunitarie che si abbassano, la mancanza di vitamine soprattutto del gruppo B, mancanza di sali minerali, squilibri ormonali ed intestinali, gli interventi odontoiatrici, scarsa igiene del cavo orale, stress, assunzione di cibi carichi di conservanti e sostanze malsane, patologie gastro-intestinali, intossicazioni alimentari, a seguito di assunzione di alcuni medicinali tra cui antibiotici. Le cause ed i meccanismi ancora oggi non sono ben note e definite. Se non si vuole ricorrere ai medicinali (che comunque non risolvono il problema in tempi brevi), scompaiono naturalmente in anche 15 giorni, ma si può aiutare la guarigione rivolgendosi ai rimedi naturali aiutano ad alleviare il dolore ed il fastidio.

aglio8

Sapore e odore dell’aglio crudo non piacciono a tutti ma, un rimedio naturale per eliminare le afte, è proprio l’aglio crudo. Nei paragrafi diversi abbiamo già ampiamente descritto le varie proprietà dell’aglio e dei suoi composti. Infatti l’aglio ha proprietà antivirali, antibatteriche, immunostimolanti, regolatori del tratto intestinale. Una delle proprietà più importanti ed interessanti dell’aglio è quella riguardante la sua caratteristica funzione antibiotica (azione batteriostatica e battericida) che lo rende un valido antibiotico da utilizzare nei casi i cui la flora batterica intestinale sia stata alterata. A differenza degli antibiotici di sintesi, l’aglio, mentre contrasta i batteri patogeni, non solo non attacca la flora batterica saprofita, ma ne favorisce addirittura il ripristino. E’ inoltre un perfetto battericida grazie all’allicina (che sarebbe poi la sostanza liberata dall’enzima allinasi e che è responsabile del tipico odore forte). L’aglio inoltre è un’importante fonte di sali minerali ed oligoelementi nonché favorisce la digestione ed aiuta l’organismo a depurarsi dai metalli pesanti. Consumare con abbondanza l’aglio, che fortifica le difese immunitarie.

Come va quindi trattata l’afta con l’aglio? Sarà sufficiente strofinare sull’afta uno spicchio d’aglio tagliato a metà, dalla parte in cui l’avete tagliato. Il succo al suo interno, infatti, renderà più brevi i tempi di guarigione del disturbo anche se provocherà, per contatto, un bruciore molto forte. Deve essere applicato direttamente sulla lesione e tenuto per qualche minuto.

Non esistendo ancora oggi una soluzione completa ed efficace per le afte, l’aglio rientra tra quei rimedi naturali che possono aiutare ad alleviare il dolore ed il fastidio ed a disinfettare l’area considerata accelerando quindi la guarigione. Se i rimedi naturali non hanno sortito alcun effetto o le afte si sono moltiplicate all’interno della vostra bocca, sarà necessario ricorrere a cure più mirate e specifiche. In quel caso rivolgetevi al vostro medico di fiducia che saprà individuarne le cause e consigliarvi la cura più adatta al vostro caso. Ma ricordatevi sempre che bisogna mangiare e vivere in modo sano ed equilibrato.